I “gradi” nel karate

Dopo un periodo di tempo  stabilito dalla federazione e dall’allenatore, raggiunto un certo grado di abilità e di bagaglio tecnico, gli atleti sostengono l’esame per il passaggio di cintura.

L’obiettivo è la cintura nera, grado che pone l’allievo su un livello superiore ovvero gli apre la strada al professionismo ed alla possibilità di acquisire qualifiche tecniche peraltro riconosciute dal CONI (allenatore ecc.). Tali qualifiche consentono ad esempio la gestione in proprio di una palestra, la possibilità di dirigere esami per passaggio di cintura, di arbitrare in competizioni ufficiali ecc.

Una volta gli esami per arrivare alla cintura nera erano nove.

Ora dipende da quanto stabilisce la federazione, il responsabile CSI ed il direttore tecnico della palestra (io). Gli esami possono essere svolti e validati dall’allenatore fino al grado di 1° kyu, per la cintura nera deve invece essere presente un’apposita commissione.

Per quanto ci riguarda quindi sono stati stabiliti i seguenti passaggi di cintura:

7° Kyu: CINTURA BIANCA (grado di inizio)

6° Kyu: CINTURA GIALLA (almeno 6 mesi di allenamento col grado precedente)

5° Kyu: CINTURA ARANCIONE (almeno 6 mesi di allenamento col grado precedente)

4° Kyu: CINTURA VERDE (almeno 6 mesi di allenamento col grado precedente)

3° Kyu: CINTURA BLU (almeno 6 mesi di allenamento col grado precedente)

2° Kyu: CINTURA MARRONE (almeno 8 mesi di allenamento col grado precedente ed età minima di 10  anni)

1° Kyu: CINTURA MARRONE (almeno 12 mesi di allenamento col grado precedente ed età minima di 11 anni)

CINTURA NERA 1° dan (almeno 12 mesi di allenamento col grado precedente ed età minima di 12 anni)

CINTURA NERA 2° dan e così via

In caso di particolari capacità tecniche la cintura nera può quindi essere conseguita a 12 anni. Al compimento del 14° anno è previsto però un ulteriore esame “di conferma”. Solo dopo aver superato tale esame inizia il periodo valido per la preparazione al secondo dan.

Per il passaggio di cintura occorrono i seguenti requisiti:

  • Nulla osta dell’allenatore della palestra
  • Capacità tecniche adeguate per il grado desiderato
  • La permanenza minima prevista nel grado precedente, salvo diverse indicazioni dell’allenatore per eccezionali motivi e/o meriti particolari
  • Frequenza assidua agli allenamenti
  • Il raggiungimento dell’età minima prevista per il grado desiderato
  • La conoscenza di un programma stabilito dal comitato nazionale ed uguale in tutte le palestre CSI (con piccole variazioni).
  • La partecipazione assidua (nei limiti delle vostre possibilità) alle manifestazioni e/o gare organizzate dalla federazione allo scopo di confontrarsi il più possibile con atleti di altre palestre.

NON ABBIATE FRETTA DI CONSEGUIRE I GRADI. Non vi preoccupate se  non venite convocati ad una sessione di esami, pensate solo ad impegnarvi seriamente, tutti svolgeranno prima o poi lo stesso programma ed acquisiranno lo stesso bagaglio tecnico. Se qualcuno ha delle difficoltà verrà seguito più assiduamente. Se avete dei dubbi non esitate a chiedermi spiegazioni.

 

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.